SUV a prezzi stracciati, dall’Italia arriva la svolta: mercato stravolto

Il mercato dei SUV continua a crescere, ed ora c’è un marchio che fa sognare con i suoi numeri. Ecco tutti i dettagli.

Il mondo delle quattro ruote sta provando a tirarsi fuori dalle sabbie mobili di una crisi terribile, che ha portato tanti marchi a soffrire e non poco dal punto di vista economico. Il segmento che si salva è quello dei SUV, in tutte le loro declinazioni, sui quali tutti i marchi stanno puntando. In molti, tra i quali la Mercedes, hanno deciso di chiudere la porta in faccia alle Station Wagon per puntare sui crossover, modelli che ormai vanno a ruba.

SUV successo italiano
SUV che gioia – Bicizen.it

I SUV hanno dalla loro la capacità di garantire spazi importanti al loro interno, con un comfort che di sicuro è superiore a quello delle berline e delle compatte. Questo tipo di vetture continua a crescere ed oggi vi parleremo di un vero e proprio fenomeno italiano, che continua a crescere grazie alle sue auto di qualità vendute a prezzi contenuti. Ecco i dettagli.

SUV, i dati sulla DR sono da sogno

Uno dei marchi che è specializzato nella produzione dei SUV e che sta ottenendo dei risultati da sogno è italiano, ed è amato da tutti. Stiamo parlando della DR, brand fondato nel 2006 da Massimo Di Risio, imprenditore che ha creato un vero e proprio colosso con base nella regione del Molise. La forza di questo marchio è quella di offrire dei prodotti di qualità in vendita a prezzi molto contenuti, un qualcosa che si trova sempre più raramente al giorno d’oggi.

DR 3 che crescita
DR 3 in mostra (DR) – Bicizen.it

Il 2023 è stato un anno eccezionale, con oltre 32 mila modelli immatricolati per una quota di mercato del 2,08%. Per quello che riguarda le vendite ai privati, c’è stato un trend di crescita allucinante, pari al 106% se lo poniamo a confronto con quelli che erano i dati del 2022. Vero è che quest’ultimo anno era stato un incubo totale per il mondo dell’automotive, ma si tratta comunque di un passo in avanti esponenziale.

Uno dei punti di forza, oltre all’economicità, è quello di poter contare sulla motorizzazione a benzina GPL, che è quella che vende meglio. Infatti, l’82% di modelli venduti è a bi-fuel, il che si spiega in maniera molto semplice. I cittadini hanno timore delle continue restrizioni che vengono imposte alle vecchie auto soprattutto nelle grandi città, ed è per questo che si rifugiano sul GPL, che pur non garantendo prestazioni eccezionali, permette di tagliare sia le emissioni che i consumi, risparmiando parecchio denaro durante la proprietà dei SUV in questione. Il fatturato è cresciuto tantissimo ed è arrivato a circa 700 milioni di euro, un passo in avanti del 52% rispetto al 2022.

Dunque, la DR è un vero e proprio fenomeno italiano che di anno in anno fa registrare dei passi in avanti clamorosi, che non possono non spaventare i rivali. Il rapporto qualità e prezzo paga in questa fase, come ha fatto vedere anche la Dacia, che grazie ai suoi prezzi contenuti sta aumentando le proprie vendite. Di certo, la DR è sulla buona strada per emularla.

Impostazioni privacy