Sanzioni per tutti, non ti salvi neanche in bici: cosa devi fare subito

Possono scattare sanzioni pesanti anche per i ciclisti se non rispettano pienamente il Codice della Strada: cosa bisogna fare per evitarlo.

Andare in bicicletta è una passione a cui in tantissimi non vogliono rinunciare nemmeno quando l’età avanza. L’opportunità di poter percorrere con la bici strade e ciclabili immerse in meravigliosi paesaggi suscita sempre emozioni molto forti. Negli ultimi tempi sempre più persone scelgono di muoversi in bici ed evitare l’utilizzo dell’auto, almeno per coprire brevi distanze: una scelta che oltre a far risparmiare è senza dubbio l’ideale per la salvaguardia dell’ambiente.

Sanzioni per tutti, non ci si salva nemmeno in bici
Anche con la bici possono scattare multe pesanti: ecco perché – Foto Canva (BiciZen.it)

Tuttavia anche chi si mette in strada con la bici deve rispettare tutte le regole previste dal Codice della Strada: solo in questo modo si può procedere in sicurezza e non si incappa in sanzioni che possono essere anche molto salate. In molti casi gli incidenti che vedono coinvolti i ciclisti sono causati da manovre azzardate di automobilisti poco attenti, ma ciò non esenta coloro che si muovono in bici dall’avere a bordo del proprio mezzo un accessorio molto importante.

Stiamo parlando del dispositivo sonoro, meglio noto come campanello, uno strumento che deve obbligatoriamente essere presente sul comune mezzo a due ruote. L’eventuale assenza di questo dispositivo può far scattare multe molto pesanti, come sta accadendo in quest’ultimo periodo sulle strade italiane.

Multe per tutti, ciclisti compresi: il Codice della Strada è chiaro

L’articolo 68 comma 1 del Codice della Strada parla molto chiaro: gli opportuni segnalatori acustici sono obbligatori, pertanto ogni ciclista deve averlo sulla propria bici. Non è tutto, dato che il segnalatore acustico deve risultare anche opportunamente omologato: ciò vuol dire che la segnalazione deve essere udita a una distanza di almeno 30 metri.

Sanzioni anche in bici: il campanello è obbligatorio
Senza campanello possono scattare multe salate per i ciclisti – Foto Canva (BiciZen.it)

La multa per l’assenza del dispositivo o per la mancata omologazione dello stesso può scattare anche in situazioni dove il ciclista viene toccato da un’auto, come accaduto di recente. Per le forze dell’ordine, infatti, senza il dispositivo sonoro non è possibile segnalare la propria presenza. La sanzione per chi non si adegua consiste in una multa che può andare da 25 a 100 euro.

L’installazione del campanello è quindi una delle principali regole che i ciclisti devono assolutamente rispettare. Il Codice della Strada impone poi anche molto altro a coloro che scelgono di muoversi in bici. Tanto per fare un esempio, se non si scende dalla bici non si può sostare sulle strisce pedonali; in più, i ciclisti non possono attraversare la carreggiata in mezzo al traffico o circolare su corsie riservate ad altri mezzi.

Impostazioni privacy