In pochi conoscono questo segreto delle auto elettriche: che differenza, quelle a benzina lo invidiano

C’è una sorta di segreto conservato all’interno delle automobili elettriche. Scopriamo di cosa si tratta effettivamente.

Le automobili elettriche sicuramente rappresentano il futuro – e il presente – dell’automotive. Le vetture a zero impatto ambientale hanno davvero tutte le caratteristiche per fare la differenza nei prossimi anni, con il 2035 che si avvicina e si prepara a stravolgere il mondo della mobilità, anche perché le vetture a diesel e benzina subiranno un bando completo.

frenata rigenerativa come funziona vantaggi e svantaggi
Auto elettrica (bicizen.it – Canva)

Ma quali sono le differenze effettive fra i mezzi endotermici e quelli elettrici? Precisando che non ce n’è soltanto una da tenere in considerazione, vedremo nelle prossime righe un grande cambiamento presente nelle vetture ibride e elettriche che sono uscite negli ultimi anni

Non parleremo di cose banali come la differenza al livello di propulsione: infatti, abbiamo per le mani una caratteristica importantissima delle auto elettriche che non tutti conoscono. Si chiama frenata rigenerativa e ha un’utilità non di poco conto, considerando tutto. Addentriamoci dunque all’interno di questo preciso argomento. Potreste rimanere sorpresi da questa particolare funzione.

Frenata rigenerativa: tutto quello che c’è da sapere

La frenata rigenerativa consente di recuperare parte dell’energia che viene persa durante le fasi di rallentamento o arresto di un veicolo elettrico o ibrido. Questo sistema consente di sfruttare il motore per trasformare l’energia cinetica del veicolo in elettrica; questa viene poi immagazzinata internamente nella batteria o nel super condensatore. Viene così ridotto il consumo di carburante o energia elettrica, aumentata l’autonomia del mezzo a quattro ruote e preservato il sistema frenante. Generalmente è regolabile in base alle preferenze del conducente e alle condizioni di guida.

Auto elettriche segreto
Auto elettriche, funziona così (Ansa) – Bicizen.it

La frenata rigenerativa contribuisce a rendere un mezzo non endotermico più ecologico ed economico. I principali vantaggi legati a tale particolare funzione stanno principalmente nella possibilità di ricaricare la batteria e alimentare così il motore elettrico. Per far sì che ogni cosa funzioni al meglio, sono necessari componenti elettronici specifici in grado di controllare il funzionamento del motore elettrico e il flusso di energia verso la batteria o verso altri dispositivi di accumulo, condensatori su tutti. Aggiungiamo che anche il risparmio delle pastiglie dei freni e il miglioramento del comfort di guida sono fra i punti di forza della frenata rigenerativa.

Vengono così ridotti gli sprechi dovuti alla frenata tradizionale. Tuttavia, non tutto è perfetto come sembra. Questo genere di frenata infatti può risultare poco intuitiva. E’ poco efficace a velocità alte o medie, e su alcune automobili la frenata normale viene rallentata; ciò può causare un eccessivo allungamento del movimento del pedale del freno. E’ sicuramente un sistema validissimo, ma va dosato e non si deve esagerare nel suo utilizzo per non incorrere in situazioni molto spiacevoli anche dal punto di vista della sicurezza.

Impostazioni privacy