• Home
  • Bici e progetti educativi

Bici e progetti educativi

Si racconta che un bambino di Granollers, nei pressi di Barcellona, abbia detto che la bicicletta è più democratica dell’automobile perché possono usarla tutti, anche i bambini, mentre per l’auto occorre una certa età, la patente e tanti soldi. La maggior parte dei bambini – e il numero è sempre in crescita - è accompagnato a scuola da un adulto, il più delle volte in automobile.

I nostri stili di vita sempre più veloci e sbrigativi, sempre di corsa (“prendiamo l’automobile per andare a scuola altrimenti facciamo tardi”), oltre a contribuire largamente a peggiorare traffico ed inquinamento, alimentano modelli educativi miopi e superficiali. Del danno maggiore risentono ovviamente i bambini, ma tutta la collettività è investita dalle ricadute negative di questi comportamenti che, soltanto ad un occhio poco avveduto, possono sembrare banali.

In città come le nostre i bambini sono sempre più dipendenti dagli adulti: non possono attraversare la strada da soli, non possono recarsi autonomamente nei luoghi di svago, occupare spazi pubblici col gioco, utilizzare la bicicletta. I processi di crescita dei bambini sono perciò rallentati, quando non bloccati del tutto, la loro libertà limitata, l’autonomia delle scelte schiacciata da un ambiente che le impedisce.

L’indipendenza passa attraverso processi di apprendimento e di interiorizzazione dello spazio e dell’ambiente in cui si vive, e delle pratiche attraverso le quali si impara a muoversi con progressiva autonomia.

Per fortuna esistono realtà in Italia che hanno avviato programmi per diffusione della bicicletta a partire dai bambini. Tra queste iniziative la più importante è la promozione di spostamenti casa-scuola in bicicletta denominata

Bicibus

Con il Bicibus vengono predisposti itinerari stabiliti messi in sicurezza dal Comune.I bambini si recano con la loro bicicletta alla fermata più vicino casa, dove li attendono i volontari e gli altri bambini per proseguire verso la scuola. Al ritorno uguale. Solo in caso di pioggia viene sospeso. In genere al Bicibus vengono affiancate anche delle iniziative e laboratori di educazione alla mobilità sostenibile, sugli stili di vita, sull'alimentazione.

La bicicletta in questo modo viene intesa come visione educativa per una città educante e ci sono tanti i vantaggi. I bambini con il Bicibus possono scoprire luoghi della loro città fino ad allora sconosciuti, possono vivere meglio il quartiere dove vivono, viene facilitata la socializzazione con altri coetanei, vanno a scuola più motivati sapendo di andare in bicicletta. Inoltre non trascurabile è l'effetto  importante che si ha sulla loro psiche e sul loro corpo. I bambini infatti specialmente ad una certà età hanno bisogno di fare movimento per combattere problemi di obesità precoce.

Un interessante manuale sui benefici dell'andare in bicicletta a scuola è stato elaborato dall' Ufficio Prevenzione Infortuni di Berna.

Quasi sempre inoltre vengono coinvolti i genitori che si offrono a turno come accompagnatori nel percorso protetto che viene organizzato dalle scuole e dal Comune e quindi molto positiva è anche l'interazione e cooperazione che si crea tra soggetti diversi.

Vediamo alcune inizative in Italia del Bicibus

Alcune risorse utili per vedere le attività che vengono fatte sul territorio italiano per la promozione della bicicletta come mezzo di trasporto nei percorsi casa scuola, ma anche  alcuni interessanti progetti educativi, possono essere reperiti qui 

P’tit Vélib’, il primo bike sharing dedicato ai più piccoli

Continua la rivoluzione parigina in tema di trasporti e mobilità ciclistica. L’ultima novità fa ben sperare e certamente farà da apripista ad altre iniziative simili in tutto il mondo. Il Comune di Parigi lancia il P’tit …

Continua

Scuolabus a pedali, l’idea geniale arriva dall’Olanda

di Redazione BiciZen

Altro che pulmini gialli e inquinanti per accompagnare i bambini a scuola. E soprattutto, basta con la sedentarietà dei più piccoli e l’obesità infantile. In Olanda e non solo, sono sempre più diffusi i BSO, dei particolari bus bicicletta di colore giallo …

Continua

Papà, ti posso aggiustare la bici?

di Redazione BiciZen

Che cosa potrebbe esserci di più divertente e creativo per un bambino se non di provare a riparare da solo la propria bicicletta? Sempre più bambini cercano di imitare i loro genitori mentre fanno manutenzione ma finora questa attività è …

Continua

Cinquemila biciclette per gli studenti disagiati: l’esempio di Belém

La città di Belém, capitale dello stato brasiliano del Pará, ha trovato un modo economico e pratico per ridurre l’elevato numero di assenze degli studenti e affrontare la carenza di trasporto scolastico nei quartieri più periferici.

Continua

CykelScore: in Danimarca le buone abitudini si imparano da bambini

Abituare i bambini all’utilizzo della bicicletta sin dalla più tenera età, il tutto in modo divertente e partecipativo.

Questo è l’obbiettivo del progetto CykelScore per promuovere l’esercizio fisico nelle scuole danesi e contribuire alla formazione di una nuova generazione …

Continua

Gli studenti e il fascino dei mezzi a motore: le conclusioni di uno studio

Un’indagine realizzata su un campione di circa 5.500 studenti delle scuole superiori di 8 città italiane ha evidenziato che un terzo dei ragazzi compie il tragitto casa – scuola in automobile o scooter, ma appena compie …

Continua
© 2011 BiciZen®